­
Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Un luogo d’incontro per tutti gli appassionati, con meeting, training e passeggiate, ma anche musica e momenti conviviali

Torna dal 29 settembre al 14 ottobre – dopo il successo della precedente nonché prima edizione – ItineRA, la festa del cammino consapevole promossa e organizzata da Trail Romagna (che festeggia la sua decennale attività) in compartecipazione con il Comune di Ravenna. Quindici giorni fra le vie cittadine e le aree verdi di Ravenna e dintorni, alla riscoperta di itinerari laterali e interdisciplinari atti a corroborare una visione inedita della città – dove storia, cultura, arte, gastronomia e ambiente si intersecano, arricchendo di nuovi percorsi una mappa già fitta ma in continua espansione – e a concentrare l’attenzione dei cittadini sulla preziosa complessità del tessuto urbano ravennate.

Trait d’union della rassegna è, naturalmente, il cammino, declinato e interpretato da ItineRA a seconda delle più svariate necessità: da salutare attività sportiva a privilegiato strumento cognitivo, da motivo d’incontro e condivisione a occasione di riscoperta psicofisica, da atto estetico a intimo percorso spirituale. La rassegna si articola come nella precedente edizione in numerosi eventi, conversazioni, passeggiate e incontri dedicati alla rieducazione al cammino, sotto la guida di qualificati istruttori di Nordic Walking e Fitwalking che aiuteranno i partecipanti a riappropriarsi del proprio passo con coscienza, per poterne godere appieno gli effetti benefici sul corpo, la mente e lo spirito.

Ad aprire il secondo appuntamento con ItineRA – eloquentemente sottotitolato Orienta-menti – è una passeggiata tutta ravennate sulle evanescenti orme di Dora Markus, musa montaliana il cui ricordo ancora oggi anima di suggestioni la diga foranea di Marina di Ravenna. E rigorosamente ravennati sono anche la Darsena Urban Walk, passeggiata attraverso il sensibile segmento della Darsena di Città – che dall’inconscio urbanistico sta lentamente riappropriandosi di una rigenerata e stratificata identità –, e il pellegrinaggio dalla solitaria e suggestiva Torre del Candiano (Turrazza) alla Basilica di Santa Maria in Porto, sulle tracce misteriose della Madonna Greca che ancora oggi costituisce un mistico e inscindibile legame con l’Oriente. A rimarcare il valore spirituale del cammino, intervengono la passeggiata meditativa nella selvaggia penisola di Boscoforte, fra i canneti e i silenzi delle Valli di Comacchio santalbertesi, e un corposo itinerario culturale e antropologico dedicato ai santuari naturali e artificiali della città, alla riscoperta della Pinete e dei principali monasteri, come San Giovanni Evangelista, San Vitale e Classe dentro le mura. I Monasteri saranno anche al centro di un incontro interdisciplinare con il saggista Maurizio Pallante e il monaco Camaldolese Natale Brescianini, che abbraccia filosofia, economia e spiritualità per esplorare il nesso fra monachesimo ed economia sostenibile.

Anche quest’anno, numerosi sono gli incontri promossi da ItineRA con personalità legate al mondo della cultura, dello sport, dell’arte, della gastronomia: lo scrittore e giornalista per Tuttosport Andrea Schiavon e il condirettore della rivista Correre Daniele Menarini si confronteranno sul tema del racconto e della visione, con incursioni nel cinema dedicato all’andare a piedi; il Priore Generale dei Monaci Camaldolesi Alessandro Barban terrà assieme a Don Claudio Ciccillo e a Franco Chiarini di ChefToChef un incontro dedicato all’alimentazione sostenibile, alla fine del quale sarà possibile partecipare a una cena solidale presso la Fraternità di San Damiano; Franco Masotti intraprenderà un sorprendente percorso su quegli artisti – da Campana a Long, passando per Herzog, Cage e Sebald – che hanno fatto del cammino una vera e propria pratica estetica, linfa stessa della loro arte; lo scrittore Davide Comunale ci guiderà lungo la Magna Via Francigena siciliana, gli scrittori Nicolò Giraldi e Andrea Mattei presenteranno i rispettivi nuovi volumi per Ediciclo – il primo, un drammatico viaggio nella memoria della migrazione dimenticata lungo il confine orientale italiano, mentre il secondo un vademecum sull’arte di fare lo zaino; lo scrittore Fabio Fiori, già collaboratore di Rai Radio Tre e diversi quotidiani e riviste, presenterà il suo Erba buona. Ricettario di un girovago, dedicato alle erbe commestibili che chiunque può trovare lungo il proprio cammino.

Questo e molto altro all’interno di una rassegna che, giunta al suo secondo appuntamento, sceglie di approfondire quanto già affrontato lo scorso anno, e di porre dunque con forza
il cammino al centro del dibattito culturale e creativo, al fine di costruire percorsi multimediali partendo dal più semplice e spontaneo dei gesti.

 

mano Clicca QUI e scarica il programma completo di ItineRa!

E ricorda: puoi iscriverti on-line a tutti gli eventi in calendario!

 

 

locandina 20x48 - 2018.indd

 

 

 

 

 

 

image